Eventi/ Senza categoria

La Maga al Birrificio artigianale Magester

magester 1

Buongiorno amici,
ma voi lo sapete come si fa la birra?!
Io fino a qualche giorno fa non ne avevo idea, in effetti non sono una gran consumatrice di birra quindi non mi era mai sorto il dubbio, poi però mi è venuta voglia di scoprirlo, e quale posto migliore se non il Birrificio Artigianale Magester di Ferentillo!?

Mi accoglie Giovanni Ridolfi, il fondatore del birrificio Magester, tutto preso dalle fasi della produzione di una nuova birra

magester 6

tra un controllo di qualità e l’altro mi racconta un pò di lui e di come nasce la sua birra.
Mi racconta dei suoi studi al CERB presso l’Università di Perugia, il primo centro in Italia per la ricerca sulla birra, e della sua pazza idea di aprire un birrificio in Valnerina, dove nessuno aveva mai osato con un’idea del genere.

La produzione iniziale è piccola ed i macchinari pochi e semplici, ma in un paio d’anni con l’arrivo del nuovo socio Andrea Mangione, conosciuto al CERB, la produzione aumenta ed i macchinari anche!

magester 5
magester 8

Mi spiega le varie fasi della produzione, che per non sbagliare non sto qui a raccontarvi, mi racconta della scelta degli ingredienti, malto, luppolo, lieviti che miscelati in un determinato ordine a determinate temperature permettono di ottenere i diversi tipi di birra, a differenza del vino qui quello che conta oltre ai prodotti di qualità è la bravura del mastro birraio che fa la differenza, la giusta temperatura dell’acqua, il tipo di luppolo da utilizzare può variare di molto il gusto di una birra.

magester 4

Oggi sta preparando una nuova birra, è scura e si chiamerà… (non hanno ancora deciso il nome 🙂 ) qui vediamo il serissimo Dottor Ridolfi che controlla la qualità del mosto

magester 3

Le birre attualmente in commercio sono 4 e sono: Cerevisia pop, Ursus, Saturno 500, La Merangola

magester 2

Cerevisia Pop cioè birra del popolo è la prima birra di Magester, una birra equilibrata e piacevole, di facile beva anche per chi si è avvicinato da poco (come me) al mondo delle birre artigianali, è una birra bionda ad alta fermentazione con leggere note speziate e fruttate.

Ursus è una birra ambrata con note esotiche e agrumate di pompelmo, arancia e mandarino, il nome affonda le radici nella storia di Ferentillo, qui infatti nell’abbazia di San Pietro in valle si trova una lastra lapidea del Maestro Ursus di epoca Longobarda di rara bellezza che i turisti di tutto il mondo ci invidiano, i fondatori della birreria Magester hanno pensato bene di omaggiarlo con una birra in suo onore!

Saturno 500 è un altro omaggio ad un grande uomo delle nostre terre, il campione di motociclismo Libero Liberati che nel 1957 si aggiudicò il campionato del mondo in sella alla sua moto Saturno 500.
E’ una birra doppio malto, dorata, con leggere note di pino che accompagnano profumi di pompelmo, arancio, mango e ananas.

La Merangola è l’ultima nata in casa Magester e nasce dalla collaborazione con l’Az. Agricola La Drupa sempre di Ferentillo famosa per l’utilizzo della melangola nei suoi prodotti, la melangola è un agrume antichissimo resistente anche ai freddi inverni umbri dal sapore simile ad un arancio amaro.
la birra La Merangola è una birra chiara dalle note agrumate naturalmente prodotte dall’utilizzo delle bucce di melangola nella cotta.

Non vi resta che assaggiarle!!!

Andate a trovare i mastri birrai direttamente in fabbrica nella loro sede in S.S. Valnerina a Ferentillo, oppure controllate qui dove potete trovare i loro prodotti in degustazione.

Naturalmente sto preparando delle ricette con le loro birre, restate connessi!
Prossimamente troverete i link qui sotto…

magester 1

You Might Also Like

1 Comment

  • Reply
    Birramisù - La Maga in Cucina
    2 Ottobre 2017 at 12:01

    […] mio caso ho utilizzato una birra speciale, la Pepata del Birrificio Magester. Vi avevo già parlato qui della mia visita lo scorso anno a questo birrificio artigianale della Valnerina, per Natale […]

  • Leave a Reply