Dolci/ Ricette Natalizie

Pandoro ai mirtilli e cioccolato Ruby

Amici dei grandi lievitati buongiorno!
Oggi vi presento un pandoro molto particolare, si sa che nel pandoro non ci sono sospensioni, ma quando ho visto il pandoro ai frutti di bosco di Creando si impara non ho potuto resistere alla tentazione di provarlo apportando solo la modifica alle sospensioni.
Se vi piace impastare come me dovete provarlo, non è molto difficile ed il gusto è sorprendentemente delicato grazie al sapore fruttato del famoso cioccolato Ruby che si sposa benissimo con i mirtilli.

INGREDIENTI:
Per il lievitino:
– 30 gr di acqua
– 8 gr di lievito di birra
– 60 gr di farina W350

Per il primo impasto:
– lievitino
– 270 gr di farina W350
– 220 gr di uova
– 80 gr di zucchero
– 95 gr di burro

Per il secondo impasto:
– primo impasto
– 50 gr di farina W350
– 40 gr di turlo
– 130 gr di burro
– buccia grattugiata di mezzo limone
– buccia grattugiata di mezzo arancio
– mezza bacca di vaniglia
– 10 gr di miele
– 4 gr di sale
– 50 gr di mirtilli essiccati
– 100 gr di cioccolato Ruby

PROCEDIMENTO:
Occorrono due giorni di lavoro quindi vi indicherò giorno 1 e 2 come al solito.

GIORNO 1 ORE 19.00
Preparo il lievitino mettendo in un piatto fondo il lievito di birra e l’acqua, lo faccio sciogliere poi aggiungo la farina, impasto, faccio una palla, la metto in un bicchiere incidendo a croce e faccio lievitare fino al raddoppio, ci vorrà circa un’ora e mezza.

GIORNO 1 ORE 20.30
Procedo con il primo impasto, nella ciotola dell’impastatrice metto la farina, il lievitino e metà delle uova, inizio ad impastare con il gancio a foglia, quando iniziano ad assorbirsi aggiungo lentamente le restanti uova, poi lo zucchero e solo quando si sarà incordato il burro a temperatura ambiente.
Impasto finchè l’impasto non si stacca bene dalle pareti e forma una bella maglia glutinica.

A questo punto trasferisco l’impasto sul piano di lavoro, faccio qualche piega, pirlo

poi ne prendo una parte e la metto in un bicchiere per formare la spia che ci indicherà quando l’impasto sarà triplicato

il restante lo metto in un contenitore ermetico, dispongo i due contenitori a temperatura ambiente coperti con una tovaglia per tutta la notte.
Ci vorranno circa 10/12 ore, vi consiglio di controllarlo durante la notte, se vedete che cresce molto velocemente mettetelo in frigo.
Metto in ammollo i mirtilli in acqua calda per circa un’ora, poi li lascio scolare su un pezzo di scottex.
Metto in congelatore il cioccolato Ruby così da non farlo sciogliere quando lo aggiungeremo all’impasto.
La mattina alle 8 eccolo qua:

GIORNO 2 ORE 8.00
Vado con il secondo impasto, nella ciotola metto il primo impasto, la farina ed inizio ad impastare con il gancio, aggiungo poi i tuorli e faccio incordare di nuovo, ci vorranno circa 10 minuti, nel frattempo preparo gli aromi in un piatto quindi i semini di vaniglia, la scorza di limone e arancia, il sale ed il miele.

Quando l’impasto è ben incordato aggiungo il burro a temperatura ambiente in tre volte, quando si sarà ben incorporato aggiungo gli aromi impasto ancora qualche minuto poi verso il cioccolato congelato ed i mirtilli.
Una volta incorporati bene nell’impasto lo trasferisco sul piano di lavoro, faccio qualche piega, pirlo e lo lascio puntare per circa mezz’ora.

Nel frattempo imburro benissimo lo stampo da pandoro, passato il tempo di riposo pirlo di nuovo e verso nello stampo

Metto lo stampo in un’ampia busta di plastica che chiudo e metto nel forno spento con luce accesa ed un pentolino di acqua calda, oppure se avete il programma lievitazione come me potete utilizzare quello.

Faccio lievitare fin quando non raggiunge il bordo, a me sono volute circa 5 ore.

GIORNO 2 ORE 15.00
Il pandoro è giunto al bordo!

Accendo il forno a 160 gradi statico, lo tolgo dalla busta e inforno per circa un’ora, fino a quando raggiungerà la temperatura al cuore di 93 gradi.
Faccio raffreddare nello stampo per circa 5 ore, poi lo sformo e lo faccio freddare ancora per qualche ora prima di imbustarlo.
Vi consiglio di aspettare un paio di giorni prima di assaggiarlo così da farlo insaporire per bene.

Delicatissimo!

Se volete rimanere aggiornati sulle mie ricette seguitemi sulla mia pagina Facebook

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply