Cacciagione/ Secondi Piatti

Costolette di cinghiale fritte

Amici della frittura buongiorno!
Oggi vi propongo una ricetta che potrebbe sembrare ardita, in realtà è super collaudata, le costolette di cinghiale fritte.
Pensate che friggere il cinghiale sia impossibile? Niente affatto! Con la giusta marinatura non avrete problemi di cottura, l’importante è avere a disposizione carne di un animale non troppo grande.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
– 12 Costolette di cinghiale
– succo di 2 o 3 limoni
– timo in abbondanza
– sale
– pepe
– aglio (facoltativo)
– 2 uova
– pane grattato
– farina
– 2 litri di olio di arachidi

PROCEDIMENTO:
Per ottenere una carne morbida dovrete mettere a marinare le costolette almeno 4 o 5 ore prima, quindi in una ciotola metto uno strato di costolette, sale, pepe, timo e aglio se lo gradite e versate abbondante succo di limone, procedo a strati fino a terminare la carne.

Copro con pellicola e metto a riposare in frigo.

Terminata la marinatura passo alla panatura.
In un piatto metto la farina, in uno le uova sbattute, e in un altro il pane grattato. Scolo le costolette dal succo di limone e le passo prima nella farina, poi nelle uova ed in ultimo nel pane grattato.

Verso l’olio in una padella dai bordi alti e quando sarà arrivato a temperatura verso le costolette, di solito 3 o 4 per volta in base alla grandezza della padella.
La cottura non è velocissima perchè la presenza dell’osso allunga i tempi, ci vorranno circa 10/15 minuti girandole ogni tanto. Per verificare la cottura vi consiglio di tagliarne una e verificare il colore all’interno così potrete regolarvi per le altre.

Servo subito accompagnate da fettine di limone ed un buon vino, in questo caso il Raspato della Cantina Annesanti.

Se volete rimanere aggiornati sulle mie ricette seguitemi sulla mia pagina Facebook

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply